AREZZO - PIACENZA 1-2

Domenica 28 gennaio 2018 h. 14:30, Arezzo, Stadio Città di Arezzo - 23' Giornata

E’ vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi o contenuti senza autorizzazione (vedi normativa vigente). Articolo e Foto Piacenza Calcio 1919.

Ventitreesima giornata di campionato, il Piacenza scende in campo in trasferta ad Arezzo.

Un Piacenza cinico e solido espugna Arezzo e centra un successo esterno che mancava da quasi tre mesi. Merito del cinismo messo in mostra nel primo tempo e dell’ennesima prova da campione del portiere Fumagalli, autentico valore aggiunto di una squadra che non molla mai. Il tecnico di casa Pavanel schiera i suoi con un 3-5-2 in cui l’attacco è composto dalla coppia Moscardelli (per lui 22 reti in 77 gare con la maglia del Piacenza)-Cutolo. Franzini risponde lanciando dal primo minuto Di Molfetta (al suo esordio assoluto in biancorosso) in un tridente completato da Pesenti e Corazza.
Prima del calcio di inizio, i tifosi aretini ricordano, con una coreografia, l’ex allenatore amaranto Antonio Angelillo, scomparso poche
settimane fa. L’ex punta di Inter e Roma fu protagonista, tra l’82 e l’84, di una delle pagine più belle dell’intera storia del club toscano, che, in quegli anni, si aggiudicò la coppa Italia di serie C, ottenne la promozione in serie B e sfiorò addirittura la massima serie. I ragazzi di Franzini partono forte e dopo quattro minuti passano in vantaggio: il direttore di gara punisce con il rigore una trattenuta in area di Luciani ai danni di Corazza, lo stesso ex attaccante del Novara si incarica della battuta e spiazza Perisan con una botta centrale.
L’Arezzo, subìto il colpo, aumenta la pressione e si rende pericoloso con Cutolo (due volte) e Moscardelli, ma nessuno dei due inquadra lo specchio. Al 37′ Di Molfetta mostra il suo biglietto da visita: il fantasista di Sesto San Giovanni, infatti, recupera una palla sulla trequarti amaranto, avanza qualche metro e allarga sulla destra per Pesenti, traversone basso di quest’ultimo, tocco di Segre e destro vincente da due passi dell’ex di turno Corradi, alla sua prima marcatura da quando è sbarcato alla corte di Franzini. Quattro minuti più tardi i padroni di casa vanno a un passo dall’accorciare le distanze con un’incornata di Sabatini, ma Fumagalli, con un intervento da stropicciarsi gli occhi, salva i suoi. La prima frazione di gioco si chiude con gli emiliani avanti 2-0.
La ripresa inizia con un cambio nelle fila toscane: fuori D’Ursi e dentro Campagna, ma nei primi cinque minuti sono gli ospiti a sfiorare il gol in due occasioni con Pesenti e Corazza. Poco dopo, Moscardelli prima spreca da buona posizione e poi impensierisce Fumagalli con una botta mancina. I padroni di casa attaccano a spron battuto, il Piacenza soffre e al 72′ Moscardelli trasforma un penalty concesso dall’arbitro per una trattenuta di Di Cecco. Al 75′ Fumagalli si deve superare per respingere il destro sotto misura di Verga. Poco prima del 90′ Morosini avrebbe la palla giusta per chiudere il match, ma da posizione defilata spara addosso a Perisan. E’ l’ultima emozione del match: il Piacenza vince e scavalca gli amaranto in classifica.
I biancorossi torneranno in campo domenica 3 febbraio in Sardegna contro l’Arzachena alle 14:30.

TABELLINO

Arezzo – Piacenza 1-2 (0-2)

Arezzo: Perisan, Varga, Sabatino, Muscat (80’ Ferrario), Luciani, Foglia (69’ Cenetti), Benucci (56’ Regolanti), De Feudis, D’Ursi (46′ Campagna), Cutolo, Moscardelli.
A disposizione: Ferrari, Tallarico, Cellini, Di Nardo, Criscuolo, Della Giovanna, Franchetti, Semprini. All. Pavanel

Piacenza: Fumagalli, Mora (65’ Di Cecco), Pergreffi, Silva, Masciangelo, Segre, Taugourdeau, Corradi (76’ Scaccabarozzi), Corazza (65’ Morosini), Pesenti (76’ Romero), Di Molfetta (53’ Della Latta).
A disposizione: Basile, Lanzano, Bini, Masullo, Della Latta, Castellana, Zecca. All. Franzini

Arbitro: Sig. Miele di Nola (assistenti Sigg. D’Apice e Somma di Castellammare di Stabia)
Marcatori: 4′ rig. Corazza, 37′ Corradi, 73′ rig. Moscardelli
Ammoniti:
Campagna, Mora, De Feudis
Spettatori: 1500

Share This