PIACENZA - PONTEDERA, IL RICORDO

Il 27 aprile 1986, superando alla Galleana il Pontedera di Marcello Lippi, il Piacenza di Titta Rota conquista il suo primo ed oggi unico trofeo internazionale: il Torneo Anglo-Italiano. I biancorossi (arrivati in finale dopo aver eliminato gli inglesi del Woodford Town), regolano la questione nei primi 45 minuti grazie alle reti di Snidaro (doppietta), De Gradi e Tomasoni. Nella ripresa, dopo il goal della bandiera ospite, firmato da Madocci, è Comba, al 62′, a chiudere il match sul 5-1.

IL PERSONAGGIO
Giancarlo Snidaro, mediano nato a Pradamano (UD), arriva al Piacenza nel 1984 dopo aver vestito le maglie di Alessandria, Anconitana, Civitavecchia, Reggina e Atalanta, veste la casacca biancorossa per 103 volte in campionato, realizzando 8 gol e contribuendo, nella stagione ’86/’87, a riportare il Piacenza in serie B dopo 11 anni. Dopo la salvezza in serie B (ottenuta con due giornate d’anticipo) l’anno seguente, Snidaro passa alla Trevigliese, squadra con la quale conclude la sua carriera.

TABELLINO

Piacenza, 27/4/1986
PIACENZA – PONTEDERA 5-1 (4-0)

Piacenza: Pellini, Fontana, Nardecchia, Comba, Tomasoni, Snidaro, De Solda (57’ Manighetti), De Gradi, Madonna, Foscarini (66’ Bertoldo), Maurizi. A disposizione: 12 Bordoni, 15 Bottazzi, 16 Mastropasqua. All. Rota.
Pontedera: Deogratias I, Tinucci, Zaccaria (46’ Nardini), Pontis (55’ Ciampi), Mattolini, Pelati, Barducci, Pini, Cavaglia, Madocci, Mainardi. A disposizione: 12 Paoli, 15 Ferrari, 16 Tosi. All. Lippi.

Arbitro: Sig. Caprini di Perugia.
Marcatori: 8’ e 21’ Snidaro, 24’ De Gradi, 33’ Tomasoni (Pia), 58’ Madocci (Pon), 62’ Comba (Pia).

Dati e statistiche offerte da www.storiapiacenza1919.it (Davide Solenghi, Massimo Farina)

Share This