CORAZZA E SEGRE, THE DAY AFTER

Piacenza, 22 aprile 2018

Come ci si sente a segnare le reti decisive in una stracittadina?
Simone Corazza e Jacopo Segre, lo hanno spiegato al nostro addetto stampa Riccardo Mazza.

A poche ore di distanza dalla vittoria di ieri sera, quali sono le vostre emozioni?
Corazza: Sono felicissimo quanto ieri sera. Segnare davanti a un pubblico del genere, in una partita così importante, non ha prezzo.

Segre: Fare gol con questa maglia davanti a 4000 persone è stata la realizzazione di un sogno. Tra l’altro, sulle tribune del Garilli erano presenti mio padre e la mia sorellina. Davvero un’emozione unica.

E’ stato il tipo di partita che vi aspettavate?
C.: E’ stato un match teso, ma è andata esattamente come avremmo voluto. Siamo rimasti concentrati fino alla fine, non abbiamo concesso nulla ai nostri avversari e, al momento giusto, li abbiamo colpiti.

S.: Primo tempo molto tattico, in cui il Pro si è difeso con grande attenzione. Poi, nella ripresa, il gol di Simone ha cambiato le carte in tavole rendendoci tutto molto più semplice.

E ora, Siena al Franchi e Livorno al Garilli.
C.: Sono due grandi squadre, composte da giocatori importanti. Però dovremo affrontarle consapevoli delle nostre qualità.

S.: Sono convinto che il Piacenza non abbia nulla da invidiare a Siena e Livorno. Non dobbiamo accontentarci di quanto fatto fino ad ora: abbiamo grandi potenzialità e le ultime gare lo dimostrano. Di certo parliamo di due compagini importanti, ma noi non abbiamo paura di nessuno.

Ufficio Stampa Piacenza Calcio 1919

Share This