CUNEO - PIACENZA, IL RICORDO

Il 9 marzo 1958, nella sesta giornata del girone A di eccellenza della quarta serie, il Piacenza di Sergio Rampini pareggia 0-0 a Cuneo, gettando alle ortiche un rigore con Ghiadoni. Il punto guadagnato in Piemonte, ad ogni modo, permette ai biancorossi di classificarsi al quinto posto a fine stagione, ottenendo così la promozione in serie C.

Il Personaggio: Giancarlo Cella

Il centrocampista nato a Bobbio il 5 settembre 1940, cresce calcisticamente nelle giovanili del Piacenza, arrivando fino alla prima squadra nel campionato ’57/’58. Dopo aver vestito le maglie di: Talmone Torino, Novara, Nazionale Italiana giovanile (vincendo la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Beirut del 1959) Torino, Catania, Atalanta e Inter (togliendosi anche la soddisfazione di cucirsi sul petto lo scudetto del 1970), torna in biancorosso per un anno (’71/’72) prima di appendere le scarpe al chiodo. Diventato allenatore, siede sulle panchine di Piacenza, Suzzara, Inter (in qualità di vice di Ilario Castagner), Pavia, Carpi, Spal e Bobbio.

TABELLINO

Cuneo, 9/03/1958
CUNEO- PIACENZA 0-0

Cuneo: Gazzaniga, Briatore, Russoni, Parola, Conti, Bonaudi, Papa, Voglino, Borsi, Ricagni, Ratto
Piacenza: Saletti, Gabbiani, Colombetti II, Ferri, Perissinotto, Colombetti I, Ghiadoni, Caprioli, Cella I, Marchesi, Cella II.
Arbitro: Sig. Ambrosini di La Spezia

Dati e statistiche offerte da www.storiapiacenza1919.it (Davide Solenghi, Massimo Farina)

Share This