GIANA ERMINIO - PIACENZA 4-3

Mercoledì 8 novembre 2017 h. 16:30, Gorgonzola (MI), Stadio Città di Gorgonzola - 13' Giornata

E’ vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi o contenuti senza autorizzazione (vedi normativa vigente). Articolo e Foto Piacenza Calcio 1919.

Tredicesima giornata di campionato, il Piacenza è impegnato a Gorgonzola (MI) nel turno infrasettimanale con la Giana Erminio.

Il più bel Piacenza della stagione perde una partita incredibile, anche per colpa di un arbitraggio che concede un rigore dubbio ed espelle Bini. In dieci per 70 minuti i ragazzi di Franzini fanno il possibile e forse anche l’impossibile ma quando le giornate prendono una brutta piega diventa difficile raccogliere punti. Vista la bella prova contro il Prato a Gorgonzola Franzini conferma la stessa formazione con il solo Zecca in luogo dello squalificato Romero. Albè, privo di tre titolari, schiera la propria squadra con il canonico 4-4-2. L’inizio è davvero scoppiettante. Dopo appena due minuti, su angolo di Masciangelo, perentorio stacco di Pergreffi che trova il vantaggio. Non c’è tempo di esultare che su una ribattuta di Fumagalli Chiariello trova il tap-in vincente. Peccato, tutto da rifare. Ma i biancorossi appaiono in gran giornata e al minuto numero 10 confezionano un’azione da manuale. Imbucata di Morosini per Masciangelo, cross di prima intenzione e Segre di testa ritrova il vantaggio. La squadra di Franzini è disposta molto bene e concede poco o nulla agli avversari. Ma al minuto numero 21 ecco l’episodio che cambia l’inerzia della partita. Leggero contatto di Bini su Bruno che spinge l’arbitro a concedere il rigore e ad espellere il centrale biancorosso. Sasa’ Bruno trasformare pareggia. Ora si fa dura. Franzini abbassa Della Latta nel ruolo di centrale e dispone la squadra con il 4-4-1.

Il secondo tempo è ancor più scoppiettante della prima frazione di gioco. Chiariello pesca il jolly dai 25 metri e riporta in vantaggio i padroni di casa. Ma il Piacenza di oggi ha sette vite e inchioda la Giana nella propria area. Prima Nobile sbaglia un goal da posizione favorevole poi Masciangelo si guadagna un sacrosanto rigore. Alla battuta va Pederzoli da poco entrato, e il pareggio è di nuovo cosa fatta. Incredibili i biancorossi che si battono come leoni. Quando tutto sembra consolidato ecco che, a un minuto dalla fine, arriva una colossale beffa. Fumagalli sbaglia il rinvio, i difensori dimenticano le marcature preventive e Bruno infila per un pirotecnico 4-3. Quanto rammarico.

TABELLINO

Giana Erminio – Piacenza 4-3 (2-2)

Giana Erminio: Taliento, Perico, Bonalumi, Montesano, Foglio (83′ Seck), Chiarello, Degeri, Marotta, Pinto (69′ Rocchi), Perna (83′ Bardelloni), Bruno.
A disposizione: Asnaghi, Concina, Sala, Sosio, Iovine, Greselin, Capano, Okyere Gullit, Caldirola, Bardelloni. All. Sig. Albè.

Piacenza: Fumagalli, Mora, Bini, Pergreffi, Masciangelo, Segre, Della Latta, Morosini, Nobile (78′ Corazza), Zecca (58′ Pederzoli) (82′ Masullo), Scaccabarozzi (58′ Silva)
A disposizione: Lanzano, Ferri, Carollo, Bertoncini, Sarzi Puttini, Castellana. All. Sig. Franzini

Arbitro: Sig. De Santis di Lecce (assistenti Sig. Gualtieri di Asti, Sig. Dicosta di Novara)
Marcatori: 1′ Pergreffi, 7′ Chiarello, 11′ Segre, 22′ rig. Bruno, 47′ Chiarello, 70′ rig. Pederzoli, 89′ Bruno
Ammoniti:
Degeri, Perico, Bonalumi, Nobile
Espulsi: Bini, Pergreffi

Share This